Identità

"CASHMERE, RENAISSANCE"

Oltre quaranta anni di storia ma uno spirito che ogni anno si rinnova per intenti e proposte. Tasselli Cashmere risponde ad un bisogno di riconoscibilità discreta ma distintiva, connaturata di eleganza. Un orizzonte nuovo per il knitwear Made In Umbria che disvela le tracce di una tradizione più che mai viva grazie all'esperienza del laboratorio Tasselli Cashmere.

Una Fucina Di Stile

"UNA FUCINA DI STILE"

Dall'aura di gusto e saper fare tutto italiano in cui è immerso trae spunto il brand umbro. Il suo gioco quotidiano diventa risveglio dell'ingegno, della creatività, del talento. L'ufficio stile e l’azienda si trasformano in fucina di combinazioni di materiali, di applicazioni inidite di tessuti idrorepellenti al cashmere, di stampe policrime su tessuti leggerissimi realizzati in blends pregiati.

Cuciti Intorno a Voi

"CUCITI INTORNO A VOI"

Tailor Made Service, scelta tra oltre 200 colori, consegna a domicilio. Tasselli Cashmere restituisce a chi lo segue il tempo sottratto dalla frenesia della vita contemporanea. Grazie ai ritmi lenti del proprio sapere artigianale, grazie ai propri servizi sartoriali

la storia

"LA STORIA"

La storia della Tasselli Cashmere è costruita dall’intreccio di competenze e abitilità segretamente custodite in Umbria in piccoli laboratori domestici.  È lì che, alla fine degli anni Sessanta, Renzo Tasselli scova maestranze specializzate nella maglieria calata e non tagliata di tradizione umbra. Una manodopera abile che dalla cultura contadina ha imparato a non sprecare e dunque a lavorare con cura i filati.

Il Territorio

"IL DISTRETTO UMBRO DEL CASHMERE"

In pochi sanno che, da oltre mezzo secolo, l’Umbria è diventata un importante punto di riferimento per la manifattura di maglieria in cashmere di prima qualità. Si deve al bagaglio d’esperienza e tradizione che la civiltà contadina, dedita alla lavorazione della canapa, del baco da seta, delle lane, ha tramandato a tutta una generazione di imprenditori, capaci di intuire, come ha fatto Renzo Tasselli, alla fine degli anni Sessanta, che quelle pratiche e tecniche potevano essere messe al servizio di una materia rara e preziosa come il cashmere.